Tag Titolo Abstract Articolo
Iniziative culturali
Amici di Brera
immagine

 

Tra le più antiche di Milano, opera da sempre per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dello storico Palazzo di Brera (con le istituzioni museali e di ricerca in esso ospitate) e dei Musei Civici milanesi.

 

L’Associazione, fondata nel 1926, soppressa durante il fascismo e ricostituita nel 1949, promuove conferenze e incontri, visite e viaggi a Milano, in Italia e all’estero, attività didattiche di conoscenza e aggiornamento.

 

Sostiene le istituzioni attraverso sponsorizzazioni dirette, campagne di raccolta fondi e donazioni.

 

 

 

 

Queste pagine offrono agli Amici di Brera la possibilità di essere informati tempestivamente sulle attività dell'Associazione e di ricevere notizie sugli eventi di loro interesse inerenti.


Le attività presentate nel sito, con la sola eccezione di quelle didattiche, sono riservate esclusivamente ai soci degli Amici di Brera.

 

Chi intende unirsi all'Associazione trova le informazioni necessarie nella pagina istituzionale "Unisciti a noi".

La pagina "Contatti" reca le indicazioni per comunicare con l'Associazione.

 

 

 


 

 

 

DONATORI BRERA

 

Bembo Bonifacio

Ritratti di Francesco e Bianca Maria Sforza

Associazione

1932

Bembo Bonifacio

SS. Alessio e Giuliano

Paolo Gerli Socio

1951

Cagnacci Guido

Cleopatra Morente

Alberto Saibene Socio Presidente 1961-68

1960

Cairo Francesco

Cristo all’orto

Associazione

1963

Caravaggio (Michelangelo Merisi)

Cena in Emmaus

Associazione

1939

Cariani Giovanni

Cristo Risorto

Paolo Gerli Socio

1957

Di Pietro Niccolo

Incoronazione della Vergine

Associazione (In memoria di F. Wittgens)

1963

Estienne Giovanni

Terzo concorso nazionale di tiro a Firenze

Paolo Stramezzi

1951

Giovanni Da Milano

Cristo  in trono adorato da Angeli

Finanziamento Da Parte Dell’associazione

1970

Jesi Collezione


Jesi Emilio e Maria Arrighi

1978 e 1986

Lega Silvestro

Un dopo pranzo (Il Pergolato)

Associazione

1931

Maestro Della Pala Sforzesca

San Giovanni Evangelista

Associazione

2012

Morazzone (Mazzuchelli Pier Francesco)

San Francesco in Estasi

Paolo E Mary D’ancona Soci

1949

Passarotti Bartolomeo

Ritratto di gentiluomo con il cane

Associazione

1928

Reynolds Joshua

Ritratto di Lord Donoughmore

Associazione

1933

Segantini Giovanni

Pascoli di primavera

Associazione

1957

Sogliani Giovanni Antonio

Santa Caterina d’Alessandria

Associazione (In Memoria Di Franco Russoli)

1979

Tallone Cesare

Ritratto Ettore Bandini

Associazione

2014

Vitali Lamberto

Modigliani, disegno di Leonardo

Presidente 1967-75

1997



STORIA ASSOCIAZIONE AMICI DI BRERA

 

DATA

ATTIVITA’

NOMINATIVI

1949

Associazione riprende attività di acquisti, culturali e didattiche

Soprintendente Fernanda Wittgens

1970

Associazione inizia a finanziare la pubblicazione dei “Quaderni di Brera”

AA.VV.

1972

Associazione rappresenta l’Italia a Parigi in convegno Unesco “Funzione educativa e culturale dei Musei”


1977

Associazione finanzia i laboratori didattici “Giocare con l’Arte”

Bruno Munari

1980

Associazione finanzia il “Laboratorio del Loggiato” Fino al 1987

Renate Ramge Eco

1981

La presidente dell’Associazione Rina Brion finanzia l’allestimento  della nuova ala  della Pinacoteca di Brera (ex Appartamento dell’Astronomo) per le collezioni di arte moderna Jesi e Jucker (allestimento oggi perduto)

Ignazio Gardella

1984

Associazione con la collaborazione della Fondazione Cariplo finanzia il nuovo allestimento della sala destinata ai dipinti di Piero della Francesca e di Raffaello

Vittorio Gregotti

1986

Associazione e la Fondazione Istituto Bancario San Paolo di Torino sostengono il progetto della “Grande Brera”

James Sterling

1989

Associazione finanzia i nuovi laboratori didattici curati dalla società Clac

Claudio Cavalli (L’Albero azzurro)

1992

Associazione sostiene la convezione con la Fondazione Cariplo per l’apertura pomeridiana della Pinacoteca di Brera


1999

Associazione finanzia il restauro della Pietà Rondanini del comune di Milano, esposta al Castello Sforzesco, sotto la guida del soprintendente dott. Bruno Contardi

Sabina Vedovello

1999

Associazione stipula una convenzione con la Pirelli spa per la costruzione del laboratorio di restauro (sala XIV) e per i futuri restauri

Ettore Sottsass

2000

Associazione finanzia il convegno a Milano “Il Museo di Domani”


2010

Associazione celebra la conclusione del lungo restauro del Cenacolo

S. Bandera

P. Brambilla

P. Marani

A. Artioli

A. Zanoli

2011

Associazione provvede all’installazione del nuovo impianto di illuminazione per la sala XV


2012

Associazione provvede:

           - al nuovo impianto di amplificazione acustica per la Sala della Passione

           - al potenziamento dell’illuminazione del dipinto di Jacopo Robusti detto il

              Tintoretto “Ritrovamento del corpo di San Marco”

           - alla realizzazione del nuovo sito internet dell’associazione medesima

           - al ripristino del controsoffitto ed altro per la Biblioteca nazionale Braidense


2013

Associazione

           - con la Bank of America provvede al cantiere di restauro della statua del

              Napoleone di Antonio Canova

           - grazie al lascito della signora Orsi Mangelli Alverà provvede al nuovo

              ingresso ed al nuovo cancello dell’Orto Botanico di Brera

           - installazione ed allestimento dell’opera di Pietro Consagra “La grande muraglia”

           - la nuova vetrina espositiva per Gino Severini

           - sostiene la serata d’inaugurazione del nuovo allestimento del dipinto di Andrea

              Mantegna “Cristo morto”

           - sostiene il ciclo di incontri/conferenze “Milano nel Trecento” a cura della dott.ssa

              Sandrina Bandera

           - sostiene il ciclo di incontri/conferenze “Scene di conversazione” a cura della

              dott.ssa Cecilia Ghibaudi

           - sostiene il progetto di didattica interculturale della Soprintendenza di Brera,

              “A Brera anch’io”

           - finanzia il corso d’aggiornamento per insegnanti delle scuole di Milano e

              provincia, giunto al 16° anno di attività, “Il Museo, una risorsa per la scuola”





Architetto Moncada


 

Bibliografia

AA. VV. , Per Brera. Collezionisti e doni alla Pinacoteca dal 1882 al 2000, a cura di M. Ceriana e C. Quattrini, Firenze, Centro Di 2004

Iniziative culturali
Amici di Brera
Gennaio - Luglio
immagine

 

15/18 gennaio

ANVERSA E I TESORI DELLE FIANDRE

Assistenza culturale dott. Stefano Zuffi

In un raggio di poche decine di chilometri, le storiche città  di Anversa, Bruges e Gand custodiscono uno straordinario  patrimonio di storia, di architettura e di arte. I capolavori pittorici della Scuola fiamminga, (a cominciare dal polittico dell’Agnello mistico di Van Eyck, di cui potremo seguire “in diretta” le fasi del restauro), i monumenti spettacolari del Gotico brabantino, l’esuberante stagione di Rubens, l’incanto di centri storici attraversati dalle acque: un viaggio breve e incantevole, alla scoperta di tesori di assoluta meraviglia.


 

19/22 febbraio

BASILEA: UNA RICCA CITTÀ SVIZZERA CON L’ARTE NEL SANGUE

Assistenza culturale dott.ssa Raffaella Ausenda

Basilea, ricca cittadina svizzera, al confi ne con Francia e Germania, possiede un patrimonio artistico di straordinaria qualità. Visiteremo la città e i suoi migliori musei, come il Kunstmuseum e la Fondation Beyeler, che presentano celebri collezioni di arte europea, dal Medioevo al Duemila, con capolavori assoluti, da Holbein a Picasso, da Bocklin a Van Gogh, da Monet a Rothko. Ammireremo anche la magnifica Notre Dame du Haut di Le Corbusier, costruita poco lontano.

 


13/14 marzo

NOVITÀ IN LAGUNA, E SAN MARCO TUTTA PER NOI

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Novellone

Venezia ha in serbo sempre nuove sorprese: in questa densa visita ne scopriremo alcune, tra cui per esempio il museo dei tessuti di Palazzo Mocenigo con l’aggiunta di una sezione “olfattiva”, dedicata alla storia del profumo; la Fondazione Querini Stampalia nella nuova veste curata da Mario Botta; un piccolo tour, tagliato su misura per noi, su una caratteristica imbarcazione, alla scoperta di alcune delle isole della laguna, oasi di pace e spiritualità; e una vera “chicca”, di grande suggestione: la visione dei mosaici di San Marco in notturna!

 


20/24 marzo


ARCHITETTURA E FESTE BAROCCHE IN VAL DI NOTO

Assistenza culturale dott.ssa Luisa Strada

Viaggio nel triangolo barocco della Sicilia: Noto, Ragusa, Modica e Scicli, quattro delle città di questo splendido patrimonio dell’UNESCO. Immersi in un felicissimo paesaggio naturalistico ed urbanistico, gusteremo il Barocco siciliano, nel suo stile esuberante e nelle sue audaci forme, corpose e curvilinee, che ben si sposa con la personalità dei  siciliani.

 


24/28 marzo

TERRA DI BARI

Assistenza culturale dott. Luca Mozzati


Un itinerario prevalentemente dedicato alla stagione romanica, epoca in cui nella regione furono realizzate le celeberrime cattedrali: formidabili e complesse strutture, impreziosite da affascinanti inserti scultorei, come quelle di Trani, Bari, Barletta, Troia, Bisceglie, Molfetta, ed altre meno celebri, ma non meno affascinanti, come la tetragona chiesa di Valenzano. Altrettanto interessante sarà la scoperta delle meno conosciute costruzioni altomedievali, edifi ci compatti ed innovativi, che si trovano nel tessuto bizantino di Bari, o perse nella campagna, come a Rutigliano.

 


16/19 aprile

NON SOLO LONDRA: LIVERPOOL, BIRMINGHAM, MANCHESTER

Assistenza culturale dott.ssa Simona Bartolena

Liverpool, Birmingham, Manchester: nomi che evocano metropoli industriali in crisi, città di scarso interesse culturale. Ma da qualche tempo l’identità di queste tre città inglesi è profondamente mutata: le straordinarie collezioni dei Musei cittadini, (su tutte quelle della Manchester Art Gallery, della Walker Art Gallery e della sezione distaccata della Tate a Liverpool) meriterebbero già da sole il viaggio, ma non sono l’unico motivo: dai Prerafaelliti ai Beatles, dalle maestose cattedrali gotiche alle architetture portuali contemporanee, è l’incontro con un’Inghilterra inaspettata, molto affascinante.

 


7/10 maggio

TRIESTE, CITTÀ DI FRONTIERA

Assistenza culturale dott.ssa Daniela Tarabra

Mitteleuropea e insieme di frontiera, profondamente intrisa degli echi del suo passato austro-ungarico e marinaro, Trieste è ancor oggi la più cosmopolita e orientale delle città italiane, meta privilegiata di visita a ritroso nel tempo e nella storia. Patria d’adozione di poeti e letterati, da Svevo a Saba, da Joyce a Rilke, è città plurinazionale e crogiolo di culture eterogenee. I numerosi monumenti di epoca romana, medievale e barocca, le preziose collezioni delle civiche istituzioni, le architetture neoclassiche, liberty ed eclettiche testimoniano il suo glorioso passato. In occasione del centenario della prima guerra mondiale visiteremo anche il Sacrario Militare di Redipuglia.

 


20/24 maggio

MAGICA ALSAZIA


Assistenza culturale dott. Riccardo Braglia

 

Il grande fiume Reno scorre tra due regioni nel cuore dell’Europa. Città d’arte monumentali, capolavori emozionanti, un ambiente geo-storico che fa comprendere le radici del continente. Le cattedrali gotiche di Friburgo e Strasburgo documentano in modo spettacolare anche la varietà delle lingue e degli accenti, che contraddistingue questi territori, mentre una sosta a Riquewhir ci ricorda anche la nobile civiltà di vini squisiti...

 


30 maggio/2 giugno

TUTTI I COLORI DELLA CROAZIA

Assistenza culturale dott.ssa Paola Rapelli

Croazia, terra da scoprire! La sua capitale è tra le città più antiche e più verdi d’Europa, distesa tra i monti della Medvednica e il fi ume Sava, ricca di edifi ci e di collezioni d’arte; la Slavonia, che un tempo era un vasto mare, ora ha i colori dell’oro: un mare un tempo punteggiato da isole, che ora sono verdissime montagne, mentre qua e là spuntano pregevoli castelli barocchi. I laghi Plitvice, poi, incantano con l’azzurro delle loro acque cristalline,nella pura bellezza di un celebre parco naturale.

 


4/7 giugno

DELIZIE DI LUCCHESIA

Assistenza culturale dott. Luca Mozzati

Grazie alla potenza economica raggiunta dalla borghesia imprenditoriale nel Medioevo, Lucca potè inaugurare una meravigliosa stagione architettonica, anche sfruttando le magnifiche vestigia del passato romano, riconoscibili nella piazza dell’anfi teatro. Mura, torri gentilizie, lussuosi palazzi, dimore borghesi e magnifi che chiese documentano questo irripetibile momento di storia, che i centri della Lucchesia rielaborarono in toni più rustici ed essenziali.

 


20/25 giugno

MOSCA DELLE MERAVIGLIE

Assistenza culturale dott.ssa Anna Torterolo

Terza Roma, erede di Bisanzio dalle cupole splendenti, miscela unica di Occidente ed Oriente, nuova Gerusalemme per i mistici russi, cuore del mondo per Vassilij Kandinsky, labirinto di misteriosi e sudici vicoli per la Margherita di Bulgakov, oggetto di un lirico amore nelle poesie di Pasternak, teatro di una burocrazia minacciosa e crudele; ma anche custode di musei meravigliosi e attivissimi, dalle icone della Tretjakov ai capolavori europei del Puskin, laboratorio della nuova archiettura, palcoscenico dell’ascesa di una nuova borghesia arrogante e materialista, e allo stesso tempo città giovane, piena di vita e di sogni; insomma, Mosca!

 


2/5 luglio

BILBAO LA GRINTOSA

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Montalbetti

Una città antica, porto secolare, ma pronta a cogliere l’occasione della prima sede europea del Guggenheim di New York, oggi si regala una nuova immagine grazie alle più importanti archistar, attive anche nelle magiche cantine che la circondano con ubertosi vigneti. La metropolitana di Foster, la torre di Isozaki, l’aeroporto-uccello di Calatrava e Zaha Hadid nel “santuario” dei tini sono solo alcuni esempi delle meraviglie che visiteremo, e non lontano una nuova collezione d’arte contemporanea, di recentissima apertura al pubblico, in un magico scrigno, opera di Renzo Piano.

News
Amici di Brera

 

Causa indisposizione della dott. Alessandra Novellone la conferenza del 24 febbraio 2015 è ANNULLATA.

Successivamente Vi comunicheremo quando verrà riproposta.


Ci scusiamo per il disagio.


Didattica
Rosa Giorgi, Alessandra Montalbetti
giovedì 25 Settembre 2014 - ore 15,00
immagine

L’Associazione Amici di Brera, per il XVI anno consecutivo, sostiene il corso “IL MUSEO, UNA RISORSA PER LA SCUOLA” organizzato sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Artistici – Storici e Demoetnoatropologici.

 

Questa settimana si ricordano i seguenti appuntamenti:


 


 

 

Percorso: Leonardo e leonardeschi

 

 


Mercoledì 1 ottobre ore 17.00-19.00

Presentazione del tema e percorso in pinacoteca

I. Pelosi


Giovedì 2 ottobre ore 15.00-17.00, Sala della Passione

«Ritrai prima disegni di bono maestro fatto su l’arte sul naturale e non di pratica». Il problema della “bottega” di Leonardo
M. Criscuolo



 

Percorso: Arte moderna

 


Mercoledì 8 ottobre ore 17.00-19.00

Presentazione del tema e percorso in pinacoteca

M. Aldieri


Giovedì 9 ottobre ore 15.00-17.00, Sala della Passione

Divisionismo. «Solo codesto oggi possiamo dirti: ciò che non siamo, ciò che non vogliamo»


A. Montalbetti



Percorso: Ritratto


Mercoledì 15 ottobre ore 17.00-19.00

Presentazione del tema e percorso in pinacoteca


M. Aldieri


Giovedì 16 ottobre ore 15.00-17.00, Sala della Passione

«Perché non parli?»: il gesto e l’espressione “anime” del ritratto


S. Giorgi


Non solo Brera:


Giovedì 23 ottobre
ore 15.00-17.00, Sala della Passione


«Il dipingere dolcissimo e tanto unito»: Giotto e la sua eredità in Lombardia

 

A. Campagna


Giovedì
30 ottobre
ore 15.00-17.00, Sala della Passione

Bramante a Milano in cerca dell'antico per progettare la rivoluzione

L. Strada



Giovedì 7 maggio 2015
ore 15.00-17.00, Sala della Passione

 

Verifica del percorso effettuato. Eventuali critiche, proposte e suggerimenti.

 

R. Giorgi
A. Montalbetti

 

   
       
       
Iniziative culturali
Alessandra Campagna
19 febbraio 2015 - giovedì
immagine

 

Gentile Socia, Egregio socio, 

 

ci scusiamo per il ritardo con cui Vi diamo questa comunicazione, ma abbiamo avuto solo ora la conferma della possibilità di avere 25 biglietti per visitare il Cenacolo. Pensiamo possa essere gradita questa occasione esclusiva anche se comunicata in ritardo rispetto al programma e Vi chiediamo, data l’eccezionalità dell’evento, di dare conferma, nel caso siate interessati, entro il 10 febbraio in segreteria.

 

 

19  febbraio - giovedì

SPECIALE: VISITA AL CENACOLO VINCIANO

Assistenza culturale dott.ssa Alessandra Campagna 

 

Anche in vista dell’importante mostra su Leonardo che inaugurerà a Palazzo Reale il 15 aprile e che sarà al centro dell’Expo vi proponiamo l’esclusiva opportunità di visitare il Cenacolo. Vogliamo ricordare quanto gli Amici di Brera fanno anche nascostamente, ad esempio nel sostenere la manutenzione delle apparecchiature di monitoraggio del “grande malato” che è oggi il cenacolo vinciano, opera un po’ nostra, come i dipinti di Brera. Per questo abbiamo pensato di tornare ad ammirare il dipinto murale di Leonardo da Vinci che ancora lascia stupefatti, non per gli assurdi enigmi di cui lo si circonda, ma per la meraviglia delle capacità di trasmissione di un messaggio, nel cogliere l’attimo di un’altissima profondità che attraverso l’incomparabile abilità del maestro affascina e cattura chi si avvicina.

La visita sarà seguita, per chi vuole, da un percorso presso la vicina chiesa di Santa Maria delle Grazie

 

Ore  10,00 (si raccomanda la puntualità). Ritrovo all’ingresso del Cenacolo.

Quota di partecipazione € 12

 

 

Iniziative culturali
immagine

APERTI SOLO PER VOI!

Ci sono luoghi dove non è facile entrare, dove l’accesso è negato ai più. Luoghi visitabili solo su richiesta e su appuntamento, il cui ingresso è concesso in esclusiva a piccoli gruppi di visitatori selezionati: palazzi nascosti nel cuore della città, splendidi edifi ci storici e ville immerse in parchi secolari sulle rive dei laghi, in Brianza, nelle Prealpi, in Lombardia e fuori. Grazie al prestigio di cui gode l’Associazione, ci proponiamo d’ora in poi di far aprire questi scrigni segreti apposta per i soci. Al piacere di scoprire nuovi capolavori, celati discretamente all’interno di inaccessibili dimore private, si aggiungerà quello di poterlo fare in esclusiva, talvolta accompagnati dagli stessi proprietari, senza folla o scolaresche vocianti. In questo, e nei prossimi programmi, troverete accanto al titolo di questo tipo di iniziative un particolare simbolo che le indicherà graficamente, permettendoVi di individuare facilmente le visite ai luoghi “aperti solo per Voi”.


4 marzo L’Archivio di Stato di Milano
22 marzo Lovere e il lago d’Iseo
11-12 aprile Tra Romagna e Veneto, alla scoperta della nostra modernità
17 aprile Sulle orme di Palma il Vecchio: una giornata a Bergamo e nella Bergamasca
22 aprile A Parma, invito a palazzo!

 

VISITE A CHIESE
16 marzo Santa Maria Bianca di Casoretto
1 aprile La Basilica di San Lorenzo Maggiore
20 aprile La Certosa di Garegnano


PALAZZI E MUSEI MILANESI E DEL CIRCONDARIO
7 marzo Un nuovo museo per Milano nella chiesa di San Fedele
31 marzo Morte e risurrezione nei dipinti della Pinacoteca di Brera
14 aprile Un capolavoro per volta: Il Polittico di Valle Romita di Gentile da Fabriano nella Pinacoteca di Brera
18 aprile Un nuovo museo a Milano: il Museo interattivo del Cinema
23 aprile Il nuovo Museo delle Culture
27 aprile La Rocca di Angera e il ciclo di affreschi restaurati


VISITE A MOSTRE
6 marzo Medardo Rosso alla Galleria d’Arte Moderna
13 marzo I lavoratori del cibo a Palazzo Morando
19 marzo “Da Brera alle Piramidi” a Brera
20 marzo A Brescia per la mostra “Il cibo nell’arte”
27 marzo “Arte lombarda, dai Visconti agli Sforza” a Palazzo Reale
30 marzo “Arte lombarda, dai Visconti agli Sforza” a Palazzo Reale
2 aprile “Il pane e le rose - scultori italiani alla prova” alla Fondazione Pomodoro
9 aprile Archeologia in mostra a Firenze
15 aprile L’opera grafi ca di Georges Rouault al Castello Sforzesco
19 aprile “Art&Foods” alla Triennale
21 aprile Leonardo da Vinci a Palazzo Reale
22 aprile “Art&Foods” alla Triennale
24 aprile Medardo Rosso alla Galleria d’Arte Moderna
6 maggio Leonardo da Vinci a Palazzo Reale


ITINERARI D’ARTE

5 marzo Itinerario di architettura: l’area di Assago ex Milano Fiori
11 marzo Itinerario di architettura: l’area Piave / Risorgimento / Morgagni
25 marzo Itinerario di architettura: l’area intorno all’ex-fi era Milano e la nuova Citylife
28-29 marzo Faenza neoclassica
16 aprile Itinerario di design: alla scoperta del “fuori-salone” a Milano
4 maggio Itinerario di architettura: le università milanesi - parte I


CONFERENZE

3 marzo Pic-nic en-plein-air nell’età del Realismo e dell’Impressionismo
10 marzo Il cibo nell’arte del ‘900: gioco, ossessione o provocazione?
17 marzo Leonardo e l’antico
24 marzo Le dame di Palma: bellezza e moda nel ‘500
8 aprile La miniatura lombarda dai Visconti agli Sforza

14 aprile Capolavori di ceramica sulle più raffi nate tavole nobili europee dal Rinascimento al Neoclassicismo.
21 aprile Breve storia delle expositions universelles
28 aprile Uno sguardo all’Espressionismo tedesco - 1905/1913



NUOVA LUCE SU BRERA
Siamo lieti di informarVi che l’Associazione ha ricevuto una sponsorizzazione da Eni per una cifra importante, che è stata destinata ad un nuovo sistema di illuminazione nelle Sale napoleoniche della Pinacoteca. È l’occasione per ammirare al loro meglio i capolavori della pittura veneta, che in questo modo risplendono come mai prima d’ora, e che Vi invitiamo a riscoprire. Ancora un’iniziativa degli Amici a sostegno della Pinacoteca!

 

 

 

 

 

Iniziative culturali
immagine

Gertrude Stein amava ripetere che avrebbe sicuramente avuto delle risposte, se solo avesse saputo porsi le domande “giuste” e le domande poste dalla modernità sono molteplici: il cosiddetto secolo breve si apre con la magnifica stagione delle scoperte, delle conquiste scientifiche, delle soluzioni finalmente acquisite, e di un rassicurante e consolatorio atteggiamento dell’Uomo che vorrebbe vivere nelle certezze, ma, contemporaneamente, si verifica il naufragio dell’inaffondabile Titanic e si assiste alla preparazione del territorio tragicamente fertile per la prima grande Guerra Mondiale.


Sabato 11 - Milano/Brisighella/Castrocaro
Ore 8,00 partenza da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, e viaggio in pullman lungo il nastro dell’Autostrada del Sole verso Bologna, superata la quale si prosegue in direzione della costa adriatica.
Il nostro viaggio si apre con una sosta nell’intrigante comune di Brisighella che offre più di uno spunto alla nostra riflessione perché, dalla sua fondazione in epoca romana, ha saputo ravvivare e confrontarsi con il tempo che scorreva: la storica Pieve di San Giovanni in Ottavo (aperta appositamente per i nostri “amici” soci), le due uniche ed irripetibili installazioni dello scultore contemporaneo Hidetoschi Nagasawa, già Maestro all’Accademia di Brera e Mastro delle cave a Carrara, e la visita al Museo dedicato alla figura di Giuseppe Ugonia, pittore e litografo di eccellente qualità, amato e collezionato da Giorgio De Chirico e da René Magritte, interprete magico di quel passaggio dall’aura di vittoria del Risorgimento alle inquietudini del mondo moderno e, tra i primi, a preferire alla facile fama conquistabile nelle grandi città, la vita ritirata e la silente meditazione.
Pausa per pranzo libero nel corso delle visite.
Nel tardo pomeriggio un breve trasferimento in pullman porta a Castrocaro Terme dove l’itinerario fa tappa presso il Grand Hotel Terme di Castrocaro (www.termedicastrocaro.it), elegante e articolata struttura dotata di ampi spazi e grandiose vedute: tre splendidi edifici inseriti in un parco botanico di otto ettari.
Cena in albergo.


Domenica 12 - Forlì/Rovigo/Milano
Nel nostro secondo giorno di viaggio, la prima metà è alla fulgida esposizione che Forlì e la prestigiosa istituzione dei Musei di San Domenico dedicano, quest’anno, nel loro approfondito riesame delle stagioni artistiche italiane dell’inizio del XX secolo, a Giovanni Boldini: lo spettacolo della modernità: adorato a Parigi da quel jet-set che si riconosceva nei suoi ritratti, ricchi di colori ed accesi da sciabolate di luce, ma stimato anche dai maggiori intellettuali, quali i fratelli De Goncourt, Proust, l’esteta Montesquieu e l’eccentrica Colette.
L’esposizione, ricca di prestiti da musei e collezioni internazionali, intende ripercorrere anche quei tratti della vita di Boldini meno noti: dal periodo della sua adesione ai Macchiaioli, per poi essere messo in discussione frequentemente proprio dai quei medesimi compagni di avventura, quali Telemaco Signorini, Diego Martelli, fino al suo trasferimento a Parigi, dove i temi della Ville lumière accendono i suoi colori di nuova linfa, con utili confronti con artisti italiani in quegli anni in città, come Giuseppe De Nittis e molti altri.
organizzazione tecnica: celeber srl - via boccaccio 4 - 20123 milano
In chiusura, la gemma ancora più preziosa di questo viaggio: la mostra “Il demone della modernità” a Palazzo Roverella a Rovigo. Se l’esposizione di Forlì celebra ed esalta l’aura di bellezza e le sicurezze del mondo moderno, questa rassegna intende indagare i vitalismi sfrenati ed ambigui, gli eterni straniamenti, gli incubi ed i sogni, la sostanza del conscio e dell’inconscio che molti artisti, in questo periodo, corteggiano insistentemente: da Ensor a Klee, da Klinger a Klimt a molti altri, è l’occasione davvero unica per poter ammirare da vicino alcuni significativi capolavori, quali L’edipo e la Sfinge di Gustave Moreau dal Museo di Metz, il Lucifero di Von Stuck dal Museo di Sofia, i rarissimi dipinti di Alberto Martini e, da una collezione privata che solitamente non concede prestiti, L’invidia di Ugo Valeri.
Pranzo libero e rientro a Milano in serata.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 430
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 150)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 40


Modalità di pagamento:
- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Rovigo - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:

Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati con trattamento di mezza pensione bevande incluse, visite e ingressi come da programma, facchinaggi in albergo, assistenza culturale di Alessandra Montalbetti, mance, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:
Gli extra in genere, 2 pasti liberi e quanto non espressamente citato nel programma.



Assistenza Culturale
Alessandra MONTALBETTI

Dal 1982 nella sezione didattica della Soprintendenza ai Beni Artistici-Storici e demo-etno-an-tropologici di Milano, con la dott.ssa Bandera, oggi Soprintendente; elaboro percorsi didattici con schede per ogni ordine di scuole e, specializzata in storia dell’arte contemporanea, partecipo con lezioni di arte contemporanea al corso di aggiornamento per gli insegnanti della scuola media inferiore, organizzato dalla Soprintendenza; dal 1983 al 1990 per la Direzione dei Musei civici elaboro i primi percorsi didattici dedicati alle scuole per il Museo di arte contemporanea; nel 2000 partecipo al gruppo di lavoro della Soprintendenza per la preparazione di percorsi interculturali per la scuola primaria e secondaria di primo grado (progetto "A Brera anch'io"); dal 2012 collaboro con il Guggenheim Museum.

Iniziative culturali
immagine

Mitteleuropea e insieme di frontiera, profondamente intrisa degli echi del suo passato austro-ungarico e marinaro, Trieste è ancor oggi la più cosmopolita e orientale delle città italiane, meta privilegiata di visita a ritroso nel tempo e nella storia.
Lo sviluppo economico e sociale, che porterà la città a sostituire Venezia nell’Adriatico agli inizi del XIX secolo e diventare uno dei porti più ricchi del Mediterraneo, risale al 1719 con l’istituzione del porto franco, concesso dall’imperatore d’Austria Carlo VI, padre di Maria Teresa. L’espansione commerciale e urbanistica è sostenuta da un incredibile aumento della popolazione, attirata dalla possibilità di ricchi affari e immediati guadagni, e guidata da una borghesia imprenditoriale cosmopolita e illuminata, proveniente dalle diverse province dell’impero asburgico e dal Levante.
Patria d’adozione di poeti e letterati, da Svevo a Saba, da Joyce a Rilke, è città plurinazionale e crogiolo di culture eterogenee. I numerosi monumenti di epoca romana, medievale e barocca, le preziose collezioni delle civiche istituzioni, le architetture neoclassiche, liberty ed eclettiche testimoniano il glorioso passato. Infine un omaggio al Sacrario Militare di Redipuglia in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia, custode di centomila caduti nella prima guerra mondiale, e ad Aquileia, insigne per arte e storia paleocristiana.


Giovedì 7 - Milano/Trieste

Ritrovo in stazione Centrale, piano binari di fronte alla libreria Feltrinelli, alle ore 7,15.
Viaggio in carrozza standard con treno Alta Velocità FrecciaBianca da Milano a Trieste - 7,35/12,08.
Trasferimento in bus dalla stazione ferroviaria al centralissimo hotel Continentale (www.continentalehotel.com), struttura raffinata ed elegante a breve distanza da Piazza dell’Unità d’Italia; sistemazione in hotel e pausa per il pranzo libero.
Iniziamo a passeggiare nel centro storico della città alla scoperta dell’antica Tergeste romana, dall’Arco di Riccardo alla salita al Colle di San Giusto per visitare la cattedrale, il campanile, il castello di San Giusto e l’Orto Lapidario all’interno del Civico Museo di Storia e Arte, dove nel romantico giardino sorge il tempietto neoclassico dedicato al padre dell’archeologia, Johann Joachim Winckelmann assassinato a Trieste nel 1769. Il colle di San Giusto domina il golfo di Trieste e il suo entroterra e da più di venti secoli è il fulcro civile e culturale della città.
La mole del castello e della cattedrale segna la continuità di insediamento dall’età romana con i Propilei e la Basilica civile al Medioevo, con la costruzione della fortezza voluta dagli imperatori d’Austria e della cattedrale nel XIV secolo.
Il Duomo sorge sui resti del tempio capitolino, dedicato, come il castello, a San Giusto.
Cena in ristorante.


Venerdì 8 - Trieste

In mattinata visita al Civico Museo Sartorio, ospitato all’interno di una villa signorile urbana costruita alla fine del Sette-cento e donata al Comune nel 1946 dalla famiglia Sartorio. Attorno al grande salone da ballo in stile Impero si dispon-gono i raffinati ambienti arredati in stile Biedermeier, le collezioni di ceramiche e porcellane, la preziosa biblioteca, la sala da musica, la celebre Sala neogotica, ove le opere di Lipparini e Grigoletti con soggetti storici e letterari conferiscono la tipica atmosfera romantica di metà Ottocento. Nel pomeriggio cammineremo alla scoperta della “città nuova” ossia del Borgo Teresiano, dal nome dell’imperatrice asburgica Maria Teresa, dove si sviluppa la Trieste moderna.
Il Canale Grande rappresenta il cannocchiale prospettico lungo e attorno al quale si articola la città dei traffici e del com-mercio aperti sul porto nei secoli XVIII-XX, come Palazzo Gopcavich e Palazzo Carciotti.
Visita della chiesa serbo-ortodosssa di San Spiridione, capolavoro dell’architetto Carlo Maciachini, e di quella greco-orto-dossa di San Nicolò dei Greci. Pasti liberi.
organizzazione tecnica: celeber srl - via boccaccio 4 - 20123 milano


Sabato 9 - Trieste
In mattinata visitiamo Palazzo Revoltella, la dimora più ricca della città, costruita tra il 1852 e il 1858 dall’imprenditore e vicepresidente della Compagnia del Canale di Suez Pasquale Revoltella e inaugurata alla presenza dell’Arciduca Massimi-liano d’Asburgo.
Il palazzo rispecchia pienamente il gusto dell’abitare alla metà del secolo, con tipologie d’arredo legate alla ripresa degli stili storici e apparati decorativi centrati sui temi del progresso e del valore delle scienze e delle arti come fattori di svi-luppo economico. Infatti il palazzo è per volontà del suo proprietario insieme residenza e luogo d’affari. Ospitata nelle sa-le degli attigui Palazzo Brunner e Palazzo Basevi, la Galleria d’Arte Moderna è collegata al piano nobile del palazzo baro-nale grazie all’intervento dell’architetto Carlo Scarpa a partire dal 1963 e terminato nel 1991. Le collezioni rappresentano le principali correnti artistiche del XIX secolo, dal Neoclassicismo al Romanticismo, dal Verismo al Divisionismo.
Nel pomeriggio ammiriamo le emergenze architettoniche più significative della città, come il Teatro romano edificato a partire dal I sec. a. C., la Piazza della Borsa, cuore della Trieste neoclassica con il Tergesteo e il Teatro Verdi, e passeg-giamo sulle rive affacciate sul mare e protese sui moli.
Pasti liberi.


Domenica 10 - Trieste/Redipuglia/Aquileia/Milano
In occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia, ci rechiamo in pullman al Sacrario Militare di Redipuglia. Fu inaugurato nel 1938 su progetto di Giovanni Greppi e Giannino Castiglioni, custode di centomila caduti, già sparsi in vari cimiteri dal Vipacco al mare, e affacciato su un belvedere che spazia sulla valle dell’Isonzo. Si prosegue poi per Aquileia, dove visitiamo la Basilica, uno dei più importanti monumenti paleocristiani, celebre per gli estesi tappeti musivi del IV secolo d.C.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio trasferimento alla stazione di Cervignano del Friuli e inizio del viaggio di rientro a Milano in carrozza standard con treno Frecciabianca - 17,36/21,25.



Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 780
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 300)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 150


Modalità di pagamento:

- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Trieste - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano


La quota comprende:

Viaggio in treno FrecciaBianca con posti in classe standard, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, un pasto bevande escluse, trasferimenti visite e ingressi come da programma, facchinaggi in albergo, assistenza culturale di Daniela Tarabra, mance, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.


La quota non comprende:

Gli extra in genere, 6 pasti liberi, le bevande e quanto non espressamente citato nel programma.



Assistenza Culturale
Daniela TARABRA

Storica dell'arte, collaboro dal 2001 con la casa editrice Electa, sono autrice dei volumi: La National Gallery di Londra (Mondadori, 2002), Il Prado di Madrid (Mondadori, 2003), Il Rijksmuseum di Amsterdam (Mondadori, 2004), Rubens (Electa, 2004), Il Settecento (Electa, 2006), Gli stili nelle arti (Mondadori Arte, 2008), Tardobarocco e Rococò (Electa, 2009).
Tengo conferenze su temi artistici e conduco visite guidate a mostre, musei e luoghi d’arte, in Italia e all’estero, per conto di varie associazioni culturali. Il mio impegno professionale e i miei interessi sono rivolti principalmente a diffondere la conoscenza della storia e dei problemi dell’arte a un pubblico curioso e spesso poco consapevole delle bellezze e dei te-sori ovunque diffusi nel nostro paese.

Iniziative culturali
immagine

Il grande fiume, il Reno, scorre tra due regioni nel cuore dell'Europa.
Città d'arte monumentali, capolavori emozionanti, un ambiente geo-storico che fa comprendere le radici del continente.
Le cattedrali gotiche di Friburgo e di Strasburgo documentano in modo spettacolare anche la varietà delle lingue e degli accenti, mentre una sosta a Riquewihr ci ricorda anche la nobile civiltà di vini squisiti...


Mercoledì 20 - Milano/Lucerna/Friburgo

Alle ore 8,30 partenza in pullman da Milano via Paleocapa, ang. via Jacini, in direzione del lago di Lugano superato il quale il tragitto si snoda lungo la Val Leventina sino al traforo del Gottardo.
Attraversato il Canton di Uri si giunge in quello di Lucerna, dove si sosta a visitare l’elegante capoluogo, magnificamente situato sul fiume Reuss all’estremità occidentale del Lago dei Quattro Cantoni, in vista di uno spettacolare scenario di monti; tempo a disposizione per il pranzo libero e per una passeggiata in città.
Nel pomeriggio, proseguimento per Friburgo di Brisgovia. All’arrivo visita del centro storico e della Cattedrale, uno dei più importanti edifici gotici della Germania, giunta integra fino a noi e risparmiata anche dall’ultima Grande Guerra.
Al termine delle visite, sistemazione presso l’hotel Victoria Best Western Premier (www.hotel-victoria.de) situato nella città vecchia a pochi passi dalla celebre sagoma del campanile che sovrasta il centro storico: cena e pernottamento in albergo.


Giovedì 21 - Friburgo/Strasburgo
Partenza per Strasburgo, attiva e bella città dell’Alsazia in felice posizione nella fertile pianura alla confluenza dell’Ill con il Reno. La città, ricca di opere d’arte e di tradizioni culturali, si presenta quale rinomata sede universitaria (nel 1770 vi studiò Goethe), nonché importante centro commerciale ed industriale. In particolare il percorso di visita si sofferma sulla grandiosa Cattedrale, uno dei più prestigiosi esempi del gotico francese, l’elegante Château de Rohan, già residenza dei principi del luogo e oggi sede di musei; infine l’incantevole quartiere della Petite France, con i suoi canali e le celebri case medievali perfettamente conservate.
Al termine delle visite, sistemazione presso il raffinato Sofitel Strasbourg Grande Ile (www.sofitel.com) nel cuore dell’omo-nimo quartiere della città, patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Pasti liberi.


Venerdì 22 - Haut-Koenisbourg/Ribeauvillé/Riquewihr/Mont-Sainte-Odile
Partenza per un itinerario che ci porta a conoscere alcune tra le più affascinanti località dell’Alsazia.
Per prima cosa visitiamo il castello di Haut-Koenisbourg, possente fortezza medioevale che domina la valle del Reno.
È quindi il turno di Ribeauvillé, caratteristica cittadina alsaziana ai piedi della catena dei Vosgi, rinomata per il suo “Riesling” sopraffino. Un tempo cinta da più cortine murarie, conserva due possenti torrioni e numerose case antiche.
Nel pomeriggio partenza per Riquewihr, attraente villaggio medievale al centro di una stupenda zona vinicola.
Nel tardo pomeriggio ci fermiamo a Mont-Sainte-Odile, una delle mete turistiche più rinomate della regione. Vi sorge un seicentesco Convento di Monache, dal quale si gode un grandioso panorama sui Vosgi e sulla Foresta Nera.
Al termine rientro in albergo a Strasburgo.
Pasti liberi.

Sabato 23 - Colmar/Kaiserberg
Partenza per Colmar, caratteristica cittadina alsaziana che conserva un complesso di vecchi edifici e importanti istituzioni museali. Nel XV-XVI secolo fu attivo centro dell’arte renana. In particolare ammiriamo la medievale chiesa di St. Martin e la chiesa dei Dominicains, che custodisce la celebrata “Vergine al Roseto”, capolavoro del XV secolo. La mattinata si conclude con il ricchissimo Musée d’Unterlinden, noto in tutto il mondo per le sue mirabili collezioni pittoriche.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio si fa tappa a Kayserberg, affascinante borgo fortificato completamente cinto da mura duecentesche e dominato dalle rovine di un possente castello, di cui sopravvive intatto un dongione cilindrico. Tra le molte attrattive della cittadina spicca la chiesa romanico-gotica di St. Croix, che conserva uno splendido trittico di legno intagliato.
Al termine rientro a Strasburgo e cena in ristorante tipico.


Domenica 24 - Strasburgo/San Gallo/Milano

Lasciata Strasburgo si raggiunge San Gallo, la città più importante della Svizzera centrale, sorta intorno al pittoresco nucleo di un antichissimo cenobio benedettino e delle sue dipendenze.
Dopo un pausa per il pranzo libero, visita dell’antico Monastero, che fu tra l’VIII e l’XI secolo, uno dei maggiori focolari della cultura tedesca ed europea. Si incontra dapprima la Stiftskircke, un tempo basilica del convento e oggi chiesa catte-drale; praticamente ricostruita nel ‘700, è decorata con un fresco ed arioso gusto rococò, che sottolinea la leggerezza e l’eleganza dell’architettura. Subito dopo si raggiunge la Stiftsbibliotek, la gloriosa biblioteca abbaziale, anch’essa risistemata nel XVIII secolo con rara eleganza e contenente centomila volumi, tra cui spiccano ben millesettecento incunaboli. Inoltre si conservano un migliaio di preziosissimi codici manoscritti, famosi per le miniature che li ornano.
Concluse le visite, inizio del viaggio di ritorno con arrivo a Milano in serata.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 1.390
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 500)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola € 340


Modalità di pagamento:

- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Alsazia - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano
La quota comprende:
Viaggio in pullman, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati, prima colazione in albergo, una cena in albergo e una in ristorante tipico, trasferimenti visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Riccardo Braglia, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.
La quota non comprende:
Gli extra in genere, 7 pasti liberi, le bevande ai pasti, i facchinaggi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.


Assistenza Culturale
Riccardo BRAGLIA

Laureato in DAMS - Arte con una tesi sul collezionismo di Isabella d’Este, ha maturato la sua esperienza come conferenziere, scrittore, giornalista e consulente di varie reti televisive; ha collaborato anche con la Soprintendenza per il Patrimonio Storico e Artistico di Mantova par-tecipando a numerosi convegni di settore. Un’ampia gamma di interessi caratterizza i suoi approfondimenti che spaziano dalla botanica all’indagine storica e alla letteratura, dall’arte alla moda e al teatro. Corrispondente per varie testate in campo storico-artistico, per poco meno di vent’anni ha insegnato storia dell’arte, iconologia ed iconografia.
Curioso conoscitore dell’Europa, ha viaggiato un po’ in tutto il mondo, senza peraltro mai tra-scurare la valorizzazione del patrimonio artistico della sua Mantova.

Iniziative culturali
immagine

Terza Roma, erede di Bisanzio dalle cupole splendenti, miscela unica di Occidente ed Oriente, nuova Gerusalemme per i mistici russi, cuore del mondo per Vassilij Kandinsky, labirinto di misteriosi e sudici vicoli per la Margherita di Bulgakov, oggetto di un lirico amore nelle poesie di Pasternak, teatro di una burocrazia minacciosa e crudele; ma anche custode di musei meravigliosi e attivissimi, dalle icone della Tretyakov ai capolavori europei del Pushkin, laboratorio della nuova architettura, cuore della Rivoluzione, palcoscenico dell’ascesa di una nuova borghesia arrogante e materialista, e allo stesso tempo città giovane, piena di vita e di sogni; insomma, Mosca!


Sabato 20 - Milano/Mosca

Nel corso della mattinata ritrovo in aeroporto e viaggio, con voli della compagnia aerea Swiss, per la Russia con scalo a Zurigo: Milano Malpensa/Zurigo LX 1613 - 10,05/11,05 in coincidenza con volo Zurigo/Mosca LX 1326 12,20/16,55.
All’arrivo nella capitale trasferimento in centro città e sistemazione presso lo storico hotel National (www.national.ru), pre-stigiosa struttura adiacente la celeberrima piazza Rossa: cena in albergo.


Domenica 21 - Mosca
Mattina dedicata alla Galleria Tretjakov, anima dell'arte moscovita, dalle meravigliose icone (Rublev su tutte) alle vicende della pittura fra simbolismo e avanguardie: gli autori dei Balletti Russi (Vrubel, Bakst...)ma anche Kandinsky, Lentulov, Malevic fino al realismo socialista ed ai contemporanei.
Nel pomeriggio la meraviglia di tutte le Russie, il Cremlino, con la Cattedrale della Dormizione, progettata dal bolognese Aristotile Fioravanti nel XV secolo, impreziosita da una favolosa iconostasi che conserva la Vergine di Vladimir, la cattedrale della Annunciazione, e, giungendo sulla Piazza Rossa, la cattedrale di San Basilio, autentico inno alla gioia ed al colore. Pasti liberi.


Lunedì 22 - Abramtsevo/Sergiev Posad
Partenza per il villaggio di Abramtsevo, dove il magnate e mecenate Savva Mamontov, sul finire del XIX secolo, fondò una colonia di artisti e letterati, tra i quali Valentin Serov, Michail Vrubel ed il grande cantante lirico Saliapin.
L'isba di Mamontov e la chiesa del villaggio sono interessanti testimonianze del "revival slavofilo" in Russia
Nel pomeriggio visita al monastero della Trinità di S. Sergio, "lavra" di grande importanza spirituale, dove lavorò il pittore di icone Andrej Rublev; vi regna un'atmosfera di grande intensità religiosa e le vicende storiche del complesso sono affascinanti. Rientro a Mosca nel tardo pomeriggio.
Pasti liberi.


Martedì 23 - Mosca

Visita del Museo Pushkin, celebre per la sua raccolta di capolavori dell'arte moderna occidentale: dipinti impressionisti di prim'ordine, Van Gogh, Gauguin, Cezanne e opere di Picasso, Braque, Matisse sfilano sulle pareti di questa eccezionale collezione. Pausa per il pranzo libero e, nel pomeriggio, visita del Monastero delle Novizie, in cui il barocco moscovita ha qualche punto di contatto con l'architettura del Seicento olandese. Dominato dalla Cattedrale della Vergine di Smoljensk, il cimitero del convento accoglie le tombe, fra gli altri, di Cechov, Skrjabin e Prokofjev.
Al termine passeggiata nel suggestivo quartiere dell'Arbat.
In serata trasferimento e cena presso il celebre ristorante Yar.


Mercoledì 24 - Mosca
Itinerario sui passi de "Il Maestro e Margherita" di Bulgakov, cominciando con il Museo Bulgakov, visitabile nella casa dove lo scrittore visse dal 1923 al 1926: un percorso pieno di suggestione, pensando che in quelle stanze passarono Isadora Duncan e Esenin... Al termine passeggiata nei bellissimi giardini conosciuti col nome di Stagni del Patriarca: qui si svolgono molte scene del romanzo faustiano di Bulgakov.
Pranzo in ristorante e, nel pomeriggio, proseguimento delle visite con il Museo d'arte moderna di Mosca, dove ritroviamo i protagonisti dello straordinario periodo delle avanguardie: Malevic, Rodcenko, Larionov, ma anche opere di artisti contemporanei, molto giovani ed ormai affermati in tutto il mondo. Cena libera.


Giovedì 25 - Mosca/Milano
Ultima visita dedicata ad un piccolo gioiello dell'Art Nouveau moscovita: Villa Ryabushinsky, sede del Museo dedicato allo scrittore Maksim Gorky, costruita nel 1910 su progetto di Fedor Sechtel, che portò in Russia le novità decorative internazionali. Parte della mattinata e pranzo liberi e, nel primo pomeriggio, trasferimento in aeroporto per il viaggio di ritorno in Italia: volo di rientro Mosca/Zurigo LX 1327 - 17,35/20,10 con proseguimento Zurigo/Milano Malpensa LX 1638 - 20,55/21,50.


Quota individuale di partecipazione minimo 15 - € 1.980
Iscrizioni in corso sino ad esaurimento dei posti disponibili (acconto euro 700)
Saldo entro 15 giorni dalla partenza
Supplemento camera singola
€ 470

Visto d’ingresso € 80


Modalità di pagamento:

- Bonifico bancario a favore di Celeber srl - Milano
IBAN: IT89O0569601600000018882X00 (causale: ABP Mosca - “Cognome partecipante”)
- Assegno bancario “non trasferibile” intestato a Celeber srl - Milano
La quota comprende:
Viaggio aereo con voli di linea e tasse aeroportuali, trasferimenti in pullman come da programma, sistemazione in camera a due letti presso gli alberghi citati con trattamento di pernottamento e prima colazione, una cena in albergo, una cena al ristorante Yar, un pranzo in ristorante, visite e ingressi come da programma, assistenza culturale di Anna Torterolo, polizza di assistenza “medico-bagaglio-annullamento”.
La quota non comprende:
Gli extra in genere, il costo del visto d’ingresso in Russia, 7 pasti liberi, le bevande, i facchinaggi, le mance e quanto non espressamente citato nel programma.
Documenti necessari:
Rilascio del visto a cura di Celeber: è necessaria la consegna del passaporto -con validità di almeno 6 mesi oltre la data di partenza- entro il 29 maggio, unitamente a due fototessera (recenti, frontali, con sfondo bianco) e alla compilazione dell’apposito modulo disponibile in Segreteria.

 


Assistenza Culturale
Anna TORTEROLO

Collaborando da anni con la splendida Biblioteca di Brera ed essendo cresciuta con una passione per i libri che mi fa' tornare da ogni viaggio con valigie pesantissime, cerco di allacciare tra loro itinerari d'arte ed emozioni letterarie. Sono persuasa infatti che il nostro gusto per il Bello si componga di memorie individuali, di conoscenza ma anche di assonanze più o meno consce tra lo sguardo e la parola: amo i viaggi-racconto, quindi, che sanno mettere in gioco ogni sfaccettatura del nostro universo percettivo.
Collaboro con prestigiose associazioni culturali e ho al mio attivo alcune pubblicazioni di argomento storico-artistico.
Un papà molto amato mi ha trasmesso un grande amore per la Francia, paese in cui mi muovo con affettuosa e complice disinvoltura.

Sito Mobile
Tag cloud
Mailing list
Rss
Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi - Via Brera, 28 - 20121 Milano - C.F. 03178150151
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact